Le Facce di Torino - Alessandro Spagnuolo
51826
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-51826,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland-ver-1.12, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

Le Facce di Torino

Produzione di un Magazine specializzato in storia e fotografia.

Le Facce di Torino

Progettazione e realizzazione di un magazine specializzato in architettura e fotografia urbanistica, storiografica e paesaggistica relativa alla città di Torino e la sua provincia. L’idea nasce con il desiderio di incrementare, valorizzare e promuovere i beni artistici del territorio piemontese. Il progetto comprende la realizzazione, la pubblicazione e la vendita di una collana composta da 12 fascicoli totali da un’uscita semestrale e relativi, cioè, alle stagioni autunno/inverno e primavera/estate di ciascun’anno, destinati quindi a coprire un flusso di attività di circa sei anni.

 

Ogni volume raccoglie immagini fotografiche e brevi accenni storici o urbanistici sulla città. Vengono messi in mostra suggestivi edifici, facciate di palazzi, esempi eclettici di decorazioni sia di interni che di esterni, ma anche scenari en plein air, come piazze, giardini, parchi, viali, scorci e panorami. Una nuova, attenta immagine della città di Torino: emblema di storia, arte e cultura nello scenario italiano, europeo e per alcuni aspetti anche mondiale. A corredo delle immagini vi sono inoltre specifiche informazioni riguardante il quartiere, l’indirizzo e, qualora rilevante, anche il nome dell’edificio o della location relativa alle immagini, in più sarà possibile conoscere i dettagli tecnici dello scatto fotografico come il modello della fotocamera, l’obiettivo utilizzato, i tempi di esposizione e il diaframma, oltre ad altre note relative l’editing e la post produzione che hanno determinato lo sviluppo di ciascun’immagine.

 

Il progetto grafico si caratterizza per varie sostanziali caratteristiche, prima fra tutte la scelta di un “fuori formato” trattandosi infatti di un layout di 38x21cm, lo stile è elegante, le composizioni minimali, le immagini ampiamente distese nell’impaginato e i testi ridotti all’essenziale. La scelta della carta, una Fedrigoni Uncoated Acroset White da 170 g/m² è relativa ad una scelta di stampa di qualità, trattandosi di una rivista fotografica la resa è paragonabile a quella di una fine-art dai colori brillanti destinata alla grande tiratura.
La composizione della griglia e il suo impaginato risultano lineari e sfruttano ampi spazi bianchi. Si è cercato di far risaltare le immagine e la loro importanza visiva utilizzando la maggior ampiezza possibile all’interno delle pagine, senza però sbordare oltre il limite dei margini al vivo e cercando di ridurre al minimo qualunque elemento di “distrazione” o componente grafica eccessivamente “estrosa”, privilegiando così una linea stilistica sobria, rigorosa ma mai forzata.

 

Uno dei caratteri distintivi del periodico lo si trova nella scelta grafica per le copertine: uniche e particolarmente riconoscibili, le quali sono quasi del tutto prive di testo, ad eccezione del titolo arricchito da una fiorente decorazione calligrafica, oltre il quale primeggia l’impatto visivo e si comparano due immagini fotografiche di edifici o monumenti sempre diversi fra loro ma strettamente interconnessi da forme, strutture e linee di natura similare o, addirittura, combaciante. Il messaggio che nasce da questo concept è univoco: Torino, nella sua eterogenea diversità per storia, epoche e stili, si raccorda sempre secondo un filo conduttore, quello della bellezza e la straordinaria eleganza che la contraddistingue.

 

Il target del magazine è specifico e sofisticato. Rivolto gli amanti dell’arte e della cultura, la rivista fa riferimento allo stesso pubblico a cui si affacciano giornali analoghi e specialistici nel campo della fotografia e del turismo.
La vendita e la distribuzione è pensata per le grandi librerie, per i musei o le associazioni competenti, per le iniziative comunali e delle Pro Loco piemontesi o, naturalmente, per chiunque volesse abbonarsi nel ricevere e seguire l’intera produzione.

TIPOLOGIA DI CLIENTE

Iniziativa di fantasia a scopo didattico/sperimentale.

TIPOLOGIA DI PROGETTO

Realizzazione di una collana di magazine specializzati.

SOFTWARE UTILIZZATI

Adobe InDesign® Adobe Photoshop®

Date

12 aprile 2020

Category

Editoria e stampa, Sperimentazioni, Fotografia